Home | Chi sono
chi sono

Chi sono

Chi sono

Sono nato il 5 agosto 1976, a Roma (Massimina), vicino alla discarica di Malagrotta, dove continuo a vivere e a lottare per la difesa del territorio. Ho conseguito il diploma all’Istituto Tecnico Industriale ed ho frequentato la facoltà di Scienze politiche; ho interrotto gli studi universitari quando ho cominciato a lavorare in RAI, come tecnico di Produzione TV.
Attualmente sono un parlamentare Deputato della Repubblica Italiana (XVII legislatura).
Ricopro la carica di VICE PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE BICAMERALE DI INCHIESTA DEL CICLO ILLECITO DEI RIFIUTI.

  • Sono stato nominato PERSONAGGIO AMBIENTE 2014, grazie ad una votazione popolare, che ha scelto tra 20 candidati che hanno  svolto nel 2014 un ruolo di rilevanza per l’ambiente attraverso la proposizione di idee, pratiche,  politiche, imprese, selezionati da un  Comitato Tecnico, costituito da direttori e giornalisti di testate giornalistiche ambientali e non, responsabili di siti tematici e blogger italiani.
  • In tema di prevenzione della produzione del rifiuto ho fatto introdurre nell’ordinamento italiano il VUOTO A RENDERE, la sperimentazione partirà a marzo 2018.
  • In tema di riciclo ed economia circolare sono riuscito a far istituire a partire dal 2019 un INCENTIVO ECONOMICO PER LE IMPRESE CHE RECUPERANO IN MATERIA gli scarti dei rifiuti differenziati plastici ( PLASMIX )  e indifferenziati invece che avviarli ad incenerimento.
  • In tema di smaltimento dei rifiuti nel Collegato Ambientale, come da me proposto, è stato abolito il divieto di conferimento in discarica dei rifiuti ad alto POTERE CALORIFICO.
  • In meno di quattro anni di vicepresidenza della commissione ecomafie ho fatto circa 60 MISSIONI in Italia e all’estero, 700 AUDIZIONI in tema di rifiuti ed ecoreati che mi hanno fatto conoscere la gestione dei rifiuti in ogni sua sfaccettatura. Sono relatore di molte relazioni parlamentari su diversi filoni d’inchiesta in campo di rifiuti.
  • Sono tra i firmatari della legge sugli ECOREATI approvata in Parlamento; mi sono occupato in Commissione di monitorarne con le PROCURE l’applicazione.

Ho depositato varie proposte di legge che non sono riuscito a far approvare, le due più importanti sono la modifica integrale del TESTO UNICO AMBIENTALE e legge di riforma del MERCATO DELL’USATO. Numerosi atti parlamentari che potrete vedere anche nei siti istituzionali.Oltre all’attività parlamentare,  ho organizzato gli eventi Meno cento chili: riduzione rifiuti e Parlamento 5 Stelle a MALAGROTTA, ma ho partecipato ad inelencabili convegni e incontri in tema di ambiente. 

Ho potuto “crescere” e far tutto questo (ne vado fiero) non certo da solo ma con l’aiuto di collaboratori, tecnici, esperti, attivisti, appassionati che mi son stati vicini in questo percorso cosi complicato e li ringrazio di cuore. Ho avuto la fortuna di portare avanti un progetto ambientale coerente, un sogno inimmaginabile anni fa. Ringrazio il Movimento per aver permesso tutto ciò e ringrazio i miei colleghi di battaglie. Siamo solo all’inizio…

 

Attivismo

Fin dal 2007 sono stato un attivista del Movimento 5 Stelle, che allora si chiamava”Amici di Beppe Grillo”.

Nell’ottobre 2012 sono stato designato dall’Assemblea Lazio 5 stelle come referente del Programma RIFIUTI per la Regione Lazio e nelle ultime elezioni politiche del 2013 sono  stato eletto alla Camera nella circoscrizione Lazio 1 con il Movimento 5 Stelle. Tuttavia, il mio attivismo civico è iniziato molto prima della mia attività politica e parlamentare, fin da quando ero un semplice cittadino in lotta contro la discarica: sono entrato nel Comitato di Malagrotta, in cui faccio parte del Consiglio direttivo, sono socio promotore e fondatore dell’Associazione di quartiere Massimina.it  e sono  iscritto al Circolo della Decrescita Felice di Roma. Mi sono sempre interessato ai problemi relativi all’ ambiente e al bene comune ed ho sempre pensato che, oltre alla protesta, avrei dovuto cambiare il mio stile di vita quotidiano che mi faceva produrre troppi rifiuti. Oltre a fare la raccolta differenziata e ad appassionarmi di ecologia, ho iniziato a documentarmi e sperimentare costantemente nel mio vivere quotidiano, per vivere col più basso impatto ambientale possibile cercando di tendere al Rifiuti Zero. Durante gli anni del mio attivismo civico , sono stato invitato a raccontare in molte scuole del mio municipio, in alcune associazioni e in emittenti televisive, come produrre meno rifiuti nel quotidiano  e come si possa arrivare ad una gestione sostenibile dei rifiuti. Nel suo blog, Beppe Grillo ha pubblicato anni fa un post sulle mie attività di autoproduzione. Maggiori approfondimenti  e dettagli potete leggerli su questo stesso blog, nella categoria AUTOPRODUZIONE

 

Interessi e progetti

Ho molti interessi: viaggiare, scoprire nuove realtà, nuove culture, nuovi stili di vita. Adoro la poesia, la musica classica e l’heavy metal. Sono appassionato d ‘arte in generale: divoro libri di storia dell’arte, rinascimentale in particolare. Penso che l’arte e l’ecologia come lo sport educhino ad una disciplina interiore e nobilitino l’anima e il corpo. Attualmente pratico palestra, calcio, in estate faccio immersioni e lunghe passeggiate in bicicletta; nel passato mi sono dedicato al basket, alla pallavolo e sono stato arbitro di calcio FIGC.

Vivo in una casa con giardino, che ho sempre curato personalmente. All’ingresso esterno, ho posizionato la mia compostiera autoprodotta che ho messo a disposizione di tutti i vicini, affinché si diffonda la buona pratica del compostaggio domestico.

Amo gli animali, frequento l’oasi LIPU di Castel di Guido e partecipo ad alcune loro iniziative.

Sono una persona socievole ma amo anche stare in solitudine a leggere, studiare, ascoltare la musica.

Nella cantina ho allestito un piccolo laboratorio di autoproduzione e saper fare per recuperare la manualità e vivere secondo principi diversi dall’usa e getta.

Sono infatti convinto che la prima rivoluzione culturale vada realizzata tra le proprie mura domestiche e nel supermercato; per questo motivo, ho sempre dedicato gran parte del mio tempo a comunicare agli altri il potere che abbiamo come cittadini. Inoltre, ho sempre creduto che le battaglie a tutela dell’ambiente non vadano affrontate solo localmente, ma debbano essere inserite in una più ampia visione politica d’insieme.

 Mi sento un portavoce dei cittadini eletto nel Parlamento italiano per realizzare questo progetto con la stessa coerenza.