M5S Camera/Vignaroli: no al gassificatore di Cerroni

Durante la conferenza stampa odierna a Fiumicino indetta da Manlio Cerroni per la presentazione del suo libro, ho chiesto tramite il mio ufficio stampa se si procederà con la costruzione della seconda e terza linea del gassificatore a Malagrotta, fermo da anni dopo lo stop alla prima linea sperimentale. La risposta del monopolista dei rifiuti laziali è stata affermativa, si va avanti con il progetto di incenerimento rifiuti.

In una Conferenza dei Servizi convocata alla vigilia di ferragosto e svoltasi il 20 agosto 2013, che ha visto anche l’assenza dell’ARPA visto il poco preavviso e il periodo, la Regione e il Commissario hanno stabilito che le innumerevoli modifiche apportate al progetto dell’impianto non siano da considerare sostanziali (escamotage per non ricominciare l’iter burocratico), basandosi solo sul parere tecnico del Colari.

Il 9 maggio scorso (http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_17/showXhtml.Asp?idAtto=18337&stile=7&highLight=1&paroleContenute=%27INTERROGAZIONE+A+RISPOSTA+SCRITTA%27) ho presentato un’interrogazione parlamentare in cui argomento una serie di forti perplessità sulla realizzazione di questo progetto, un atto di sindacato ispettivo  frutto di lavoro lungo e meticoloso, in sinergia con i portavoce M5S dei diversi livelli istituzionali e i cittadini, con i quali abbiamo studiato circa 1.200 pagine di Atti e analizzato il sistema che, nel corso degli anni, ha gravitato intorno alla costruzione di questo gassificatore. Non comprendo perché si vuole procedere con queste linee di incenerimento, mettendo a repentaglio la salute dei cittadini, dato che anche il presidente Ama Fortini e il sindaco Marino dichiarano che il gassificatore è inutile per le esigenze di Roma.” commenta il deputato del MoVimento 5 Stelle, Stefano Vignaroli, membro della bicamerale sul ciclo illecito dei rifiuti.

Ufficio stampa Vignaroli: vignarolim5s.stampa@gmail.com  www.stefanovignaroli.it

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su linkedin
Share on Linkdin
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Leave a comment