MALAGROTTA-VALLE GALERIA: esposto dei cittadini

Roma, 13. 07.2014

Dopo linterrogazione parlamentare da me presentata il 9 maggio 2014, riguardo il  gassificatore di Malagrotta, i cittadini della Valle Galeria hanno presentato un esposto alla Procura della Repubblica, in data 11 luglio 2014, sulla costruzione di due ulteriori linee di gassificatori a Malagrotta.

Chiedono ai magistrati di verificare se siano state rispettate le norme di legalità e trasparenza, la corrispondenza alle normative sull’affidamento diretto di pubblici esercizi senza gara ai medesimi privati e la deroga alla leggi comunitarie in materia di sicurezza, tutela dell’ambiente e salute dei cittadini. Infine chiedono di verificare se sussista o meno il reato di attentato alla sicurezza pubblica.

Al di là dell’esposto, dall’analisi delle centinaia di pagine di documenti emergerebbe una notizia inquietante: il progetto delle due linee di Malagrotta, contro cui si sono schierati i residenti, sarebbe lo stesso di quello previsto inizialmente per Albano e mai realizzato e che ora troverebbe sistemazione proprio nella Valle Galeria.

In questa occasione, vorrei ribadire che mi sento orgoglioso di essere stato eletto al Parlamento come reale portavoce di tutte quelle realtà territoriali che da anni si battono per la salvaguardia e la salute dei cittadini di Valle Galeria.  E’ pur vero che la strada da percorrer è lunga e sempre in salita, perché non si fa in tempo a lavorare su una criticità che ne spuntano di nuove ( basti pensare alle notizie degli ultimi giorni sui nuovi impianti inquinanti AMA previsti a Malagrotta ). Tuttavia sono fermamente convinto che la vera Politica si realizzi nella sinergia tra le azioni dei cittadini consapevoli e attivi e le scelte responsabili delle figure istituzionali , chiamate ad agire per gli interessi pubblici ed il bene comune

Il M5S è nato con questo obiettivo ed io continuerò a lavorare sempre al fianco di quelli che considero i miei “compagni di viaggio”: gli attivisti del Movimento, i volontari, tutte le associazioni e i comitati territoriali, che lottano per la difesa dei loro diritti.

Qui l’articolo pubblicato sulla vicenda dell’esposto.

 

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su linkedin
Share on Linkdin
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Leave a comment