Intervento in Aula su inceneritori – SBLOCCA ITALIA

Roma, 20. 10. 2014

Oggi  ho fatto un intervento in Aula sull’art. 35 dello Sblocca Italia, dimostrando che il Governo fossile brucia i rifiuti. Ho provato a spiegare la nostra visione e qui potete ascoltare la versione integrale:

 

 

Nel mio intervento in Aula, sapevo di fare una piccola trasgressione al regolamento che vieta di esibire in Parlamento qualunque materiale, ma, a scopo didattico per far capire ai colleghi degli altri partiti la nostra visione dei rifiuti, ho mostrato un sacchetto contenente CDR (combustibile derivato da rifiuti). Volevo dimostrare che anziché finire nell’inceneritore, il rifiuto può concretamente trasformarsi in materia e diventare un materia (pallet,cassette panchine,mattonato esterno, fondo stradale ) come vedete sinteticamente qui:

 

 

In Italia esistono alcune piccole e medie imprese che cercano di operare in questa direzione virtuosa, ma purtroppo incontrano molte difficoltà, perché lavorano contro il sistema dell’incenerimento. Il paradosso è che nel nostro Paese insistiamo ancora a promuovere tecnologie in mano a grandi lobby, come l’incenerimento, che altri Stati stanno già cominciando ad abbandonare, in favore di processi  virtuosi di riconversione dei rifiuti.

Per discutere su un’alternativa concreta all’incenerimento e alla devastazione del territorio, sabato 25 ottobre sarò a Brescia per STOP SFASCIAITALIA – ATTIVAITALIA, in piazza Vittoria, dalle h. 15,30, insieme ad una delegazione del M5S (Vito Crimi, Giorgio Sorial, Massimo De Rosa, i consiglieri regionali Giampietro Maccabiani e comunale Laura Gamba). Noi crediamo che, per mezzo dello SfasciaItalia, non supereremo le procedure di infrazione europea e pagheremo tutti a caro prezzo la scelta scellerata di aver approvato questo decreto. Un inceneritore per essere vantaggioso economicamente ha bisogno di soldi pubblici e grandi quantitativi di rifiuti per almeno 20 anni. Addio riduzione rifiuti e pratiche virtuose, addio recupero materia. Addio priorità europee sancite dalla 98/2008 e ribadite dalle Comunicazioni 397 e 398. Addio alla salute.

Mentre il Governo fossile brucia i rifiuti, la concezione del M5S guarda al FUTURO, perché noi siamo OLTRE!

 

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su linkedin
Share on Linkdin
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Leave a comment