Emergenza Liguria

Emergenza Liguria

Dopo l’ispezione a Genova-Cogoleto,  il 19 febbraio 2015 la Commissione sul ciclo illecito rifiuti  ha effettuato un nuovo sopralluogo alla discarica di Collette Ozotto, tra i comuni di Taggia e Sanremo. Il nostro obiettivo è  stato quello di far luce su eventuali illeciti ambientali e sulle irregolarità nel ciclo dei rifiuti, che vengono contestate alla Idroedil, la società che gestisce la struttura.

colette-ozzotto-feb-2015-5_843453

vignaroli emergenza liguriaLa questione rifiuti, in provincia di Imperia, è purtroppo sempre di attualità e si articola su più fronti:da quello dello smaltimento, con la discarica di Colette Ozotto, che è ormai prossima alla saturazione, mentre l’area per la realizzazione del “Lotto 6” è sotto sequestro giudiziario; a quello del settore occupazionale, con la vicenda Tradeco. L’azienda, incaricata del servizio di pulizia e raccolta dei rifiuti in trentadue comuni del comprensorio di Imperia, viene accusata dai lavoratori di non essere puntuale nei pagamenti; mentre la stessa società lamenta inadempienze da parte dell’amministrazione comunale di Imperia.

Il giorno successivo, 20 febbraio,  nella Sala dei Comuni ad Imperia, la Commissione ha audito i sindaci dei maggiori Comuni che si servono della discarica e gli imprenditori del settore. Poi si è svolta  una conferenza stampa, nella quale sono state esposte le risultanze dell’ispezione.

Nel mio intervento, ho sottolineato il fatto che la Liguria si trova in emergenza, poiché ci sono quattro patologie che ammalano la regione: assenza di strategia condivisa, mancanza di programmazione, frammentazione del sistema e strategie singole e disomogenee.

Queste patologie dovranno necessariamente essere sanate, perché è proprio in tali situazioni che possono verificarsi infiltrazioni mafiose.

Il Presidente della Commissione Alessandro Bratti ha dichiarato “Stiamo facendo una analisi del ciclo dei rifiuti, ma anche la verifica sul traffico transfrontaliero dei rifiuti, soprattutto in relazione ai porti. La relazione sulla Liguria verrà comunque prodotta entro la pausa estiva. La situazione dei rifiuti in Liguria è grave perchè siamo in un’emergenza non dichiarata. Qualcosa si sta muovendo ma non ci sono situazioni migliori di altre. E’ impossibile fare una classifica di malati”.

 


 

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su linkedin
Share on Linkdin
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Leave a comment