Autoproduzione e riduzione di rifiuti? Si può, e ne parla persino il Tg2!

Autoproduzione e riduzione di rifiuti? Si può, e ne parla persino il Tg2!

Grazie alla redazione del TG2 e alla giornalista Chiara Prato.

Grazie anche a chi mi sta (o mi è stato ) vicino , so(u)pporta, incoraggia, consiglia in tutto quello che amo fare.

Grazie a tutti quei ragazzi del Movimento 5 Stelle, della Decrescita Felice e del Comitato Malagrotta con i quali ho cominciato ad affrontare alcuni aspetti della nostra vita sotto altri punti di vista. Grazie anche a questo forum territoriale e al gruppo Massimina.it che mi incoraggia. 

Credo che le comunità locali debbano diventare il fulcro del cambiamento. 

Condividere invece che competere.

Collaborare in modo efficiente invece che sprecare. 

Pensare al bene comune.

Concetti che ancora non fanno parte della nostra cultura individualista che prevede (in un mondo limitato) un consumo (piu’ che altro spreco) di risorse sempre crescente.

Non so perché mi è presa con i ringraziamenti ma ho voglia di farli.

Mi fa sempre piacere divulgare queste pratiche che al di là della semplicità o della marginalità nascondono concetti ben più importanti che influenzano ogni nostra scelta quotidiana. Non ci chiamano più cittadini ma consumatori ed il nostro benessere lo misurano con un valore quantitativo e non qualitativo: il PIL (anche un malato di tumore o l’inquinamento aumentano il PIL).

Sfruttiamo consapevolmente questo ”potere” di consumatori in ogni nostra scelta quotidiana, anche al supermercato. Le nostre scelte possono fare la differenza, valiamo più di quanto pensiamo.

C’é tanto da fare dal punto di vista pratico, culturale , politico, economico. Mi sembra una cosa più grande di me, ma cerco di fare il possibile, proviamoci.

 

Video:

Riduzione sprechi e rifiuti: TG2 in una casa di Massimina

 

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su linkedin
Share on Linkdin
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Leave a comment