Audizione dei rappresentanti di Sogin Spa

COMUNICATO STAMPA

Roma, 16 giugno 2020 – La Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati (Commissione Ecomafie) ha audito i rappresentanti di Sogin Spa: il Presidente Luigi Perri e l’amministratore delegato Emanuele Fontani. L’audizione ha riguardato la gestione dei rifiuti radioattivi.
Gli auditi hanno riferito in merito alle attività presenti e future pianificate dalla società. Secondo quanto dichiarato, è in corso un aggiornamento del piano a vita intera che dovrebbe terminare entro il mese di giugno 2020. È stato inoltre riferito che è in corso anche la redazione di un nuovo piano industriale che ha tra gli obiettivi un recupero di efficienza.
Gli auditi hanno fornito, tra le altre cose, indicazioni sui principali progetti in corso di realizzazione. Secondo quanto riferito, sarà pubblicato presto il bando di gara per il Cemex, il complesso di cementazione e stoccaggio dei rifiuti liquidi dell’Eurex di Saluggia e saranno avviate importanti bonifiche a carattere ambientale sui siti di Latina e di Bosco Marengo. È stato inoltre riferito della recente autorizzazione per lo stoccaggio a secco del combustibile di Elk River attualmente conservato nella piscina dell’Itrec di Rotondella. Gli auditi hanno dichiarato che è in fase di realizzazione presso la centrale di Trino l’impianto per il trattamento dei fanghi e delle resine SiCoMor.  I rappresentanti di Sogin hanno segnalato due temi importanti per la chiusura del ciclo nucleare italiano: la realizzazione del Deposito Nazionale dei rifiuti radioattivi e il recepimento, non ancora avvenuto, della Direttiva 2013/59/EURATOM. Gli auditi hanno evidenziato come tale mancato recepimento comporti un allungamento dei tempi e una conseguente crescita dei costi. Sul fronte delle tempistiche e degli oneri collegati agli interventi di competenza di Sogin, gli auditi hanno dichiarato che la predisposizione di apposite guide tecniche su modalità e requisiti di gestione di ciascuna categoria di rifiuti radioattivi potrebbe accelerare sia la definizione dei processi di trattamento che l’approvazione all’esecuzione delle attività.  In merito al quadro autorizzativo, i rappresentanti di Sogin hanno riferito che nel prossimo quadriennio sono previste 119 autorizzazioni e approvazioni. Nello specifico, rimangono in attesa di autorizzazione il decommissioning degli impianti di Saluggia, Casaccia e Rotondella e la disattivazione del Reattore Ispra-1, recentemente entrato nel perimetro Sogin.
I rappresentanti di Sogin hanno inoltre riferito che nel 2019 la società ha avviato lo sviluppo di AIGOR (Applicativo informatico di gestione oggetti radioattivi), che consente di estendere le procedure di gestione dei rifiuti radioattivi a tutte le sorgenti e a tutti i materiali, anche potenzialmente rilasciabili, già prodotti o che verranno generati dalle future attività di decommissioning nucleare. Gli auditi hanno inoltre riferito che il decommissioning di otto siti nucleari permetterà di riciclare oltre un milione di tonnellate di materiali, pari circa all’89% di quelli complessivamente smantellati. Sul fronte dei rifiuti radioattivi al momento stoccati all’estero, gli auditi hanno riferito che sono al momento in corso trattative con la Francia e il Regno Unito.
«Dall’audizione di oggi è emersa l’ennesima conferma che il non decidere ha costi alti per la collettività. I ritardi nella realizzazione del Deposito nazionale e nel recepimento della direttiva Euratom 2013/59 non sono senza conseguenze, ma anzi comportano un aumento di tempi e di oneri. Proprio riguardo al recepimento della direttiva, ho cercato di dare il mio contributo segnalando alle commissioni consultive le criticità su cui porre attenzione. Invito tutte le istituzioni a fare la propria parte con il massimo impegno, perché anche il nostro Paese possa gestire i rifiuti radioattivi in sicurezza e in efficienza», dichiara il Presidente della Commissione Ecomafie Stefano Vignaroli.

Guarda il video dell’audizione

Leggi il resoconto stenografico dell’audizione

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su linkedin
Share on Linkdin
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Leave a comment