Home | Attività Politica | Approvato mio ODG sui RIFIUTI TOSSICI
RIFIUTI:NAPOLI;VVFF CONTROLLANO EVENTUALE PRESENZA RADIAZIONI

Approvato mio ODG sui RIFIUTI TOSSICI

Roma, 31. 01. 2014

Oggi Governo e Parlamento hanno approvato il mio ODG sui rifiuti tossici.

La Camera,
premesso che:
secondo un recente report pubblicato dal Ministero della salute, nel 2009 in Campania sono stati prodotti 5 milioni di tonnellate di rifiuti tossici rispetto ai 3 milioni e 750 mila del 2008, con un incremento del 13 per cento. Una percentuale, assicurano gli esperti, che è ulteriormente aumentata negli anni successivi. Rispetto al presente decreto, uno dei punti centrali per affrontare seriamente la problematica è quello di rifiutare l’approccio localistico, ossia quello che porterebbe ad una regionalizzare del problema. Questo perché il problema è di natura nazionale, nonché internazionale;
sulla base di queste considerazioni è possibile ipotizzare, se non individuare, le nuove rotte dei veleni. È così possibile individuare le nuove terre, anche fuori dall’Italia, chiamate ad «ospitare» rifiuti di ogni tipo. Si parla naturalmente di Africa, in Paesi come la Somalia, ma anche dell’Est europeo, in particolare la Romania,
impegna il Governo
a prendere ogni iniziativa, anche di carattere normativo, al fine di individuare e reprimere le nuove vie dei veleni, che portano i rifiuti dall’Italia all’estero.
9/1885/40.Vignaroli.

Stiamo parlando della Conversione in legge del decreto-legge 10 dicembre 2013, n. 136, recante disposizioni urgenti dirette a fronteggiare emergenze ambientali e industriali ed a favorire lo sviluppo delle aree interessate.

Questo fatto mi fa scaturire alcune inevitabili considerazioni.

Innanzi tutto, trovo  assurdo che  la Commissione Ecomafie ancora  non parta.

Per fare un esempio, è chiaro che il problema rifiuti a Napoli  non è prevalentemente, come si voleva far credere, un problema di raccolta differenziata e di rifiuti urbani; in realtà, l’emergenza é stata creata ad arte per nascondere una questione ben più seria: i rifiuti tossici. La Campania è diventata in poco tempo lo sversatoio economico delle industrie del Nord Italia e degli Stati esteri. E’ dunque una questione che non coinvolge solo la Campania. In sinergia con gli altri Paesi europei occorre, dunque, fare un serio lavoro di indagine per scoprire nuovi traffici.

Sarà una bella sfida, ma il Parlamento non ha “trovato” ancora tempo per farla partire…

STAY TUNED!!!

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*